La morte non è nel non poter comunicare ma nel non poder più essere comprensi
 
*

Progetto Critico di Ricerca e Seminario Permanente


Tal cour di un frut
Stile di vita
07 | Scrittore Scomodo
08 | Sullo teatro
09 | Sullo cinema
10 | Sulla televisione 
11 | Sulla Vita
12 | Sulla Morte       

Io penso che scandalizzare sia un diritto, essere scandalizzati un piacere e chi rifiuta il piacere di essere scandalizzato è un moralista, il cosiddetto moralista

(Intervista di Philippe Bouvard, Antenne 2 - 31 ottobre 1975)

*



Questo non è un progetto di quelli che riconosce il potere. Obbedendo solo alle leggi del futuro, disobbediamo. Disobbedendo, consideriamo attualitá repressa tutto quello che il potere proibisce. E il potere, in tutte le sue ramificazioni, impone di dimenticare le cose. Prima della “scomparsa” delle lucciole, è avvenuta l'alleanza tra l'uomo e la natura. Il ricercatore che si rispetti, tuttavia, deve dimenticare la sacralità delle cose, i loro miti, la follia di quella poesia che esisteva nel dialogo con ciò che accade. Un ricercatore controcorrente utilizza un tipo di discorso che, parlando di omologazione, disobbedisce alle sue regole. E disobbedendo, parla il linguaggio non scritto delle cose. Perché parla soltanto la lingua scritta della realtà, che l'accademia o la televisione, al servizio del potere, non parlano.

*

Este no es un proyecto a la usanza que el Poder reconozca. Obedeciendo sólo las leyes del futuro, desobedecemos. Desobedeciendo, consideramos actualidad reprimida todo lo que el Poder prohíbe. Y el Poder, en cualquiera de sus ramificaciones, impone olvido de las cosas. Antes de la ‘desaparición de las luciérnagas, sucedía alianza hombre-naturaleza. El investigador ‘acreditado’, sin embargo, debe olvidar la sacralidad de las cosas, de sus  mitos, la locura de aquella poesía que lo era sólo en diálogo con lo que sucede. Un investigador a contracorriente usa un tipo de habla que, hablando el habla de la homologación, desobedece sus reglas. Y desobedeciendo, habla el lenguaje no escrito de las cosas.  Porque sólo habla el lenguaje escrito de la realidad, que la academia o la televisión, al servicio del Poder, no habla.


Be Bartleby Luis Cremades Oscar Ramirez  Dolcet Roman Reyes David Serra Batolomeo Smaldone Pasqua Spadone Michela Zanarella


Noi siamo in un sogno dentro un sogno.

La verità non è in un sogno ma in molti sogni

Pier Paolo Pasolini, cuarenta años después. Qué queda de su mirada sobre Italia y sobre el mundo?. El cine, los libros, la pasión por el fútbol. Lo mataron en la costa de Ostia el 2 de noviembre de 1975. Su cadáver (aquel amasijo de irónicas e insignificantes ruinas) sigue atormentando a aquellos que no creen en la realidad oficial. Pero ¿qué ha cambiado en los lugares que frecuentaba? ¿Y cuántas de sus profecías se han cumplido?

 Pier Paolo Pasolini, quarant'anni dopo. Ciò che resta del suo sguardo su Italia e nel mondo?. Cinema, libri, passione per il calcio. E 'stato ucciso sul litorale di Ostia, il 2 novembre 1975. Il suo corpo (quello mucchio di insignificante, ironiche rovine) continua a perseguitare coloro che non credono nella realtà ufficiale. Ma che cosa è cambiato nei luoghi frequentati? E quante delle sue profezie sono state soddisfatte?



La mia indipendenza, che è la mia forza, implica la solitudine, che è la mia deboleza

Der Zeit ihre Kunst, der Kunst ihre Freiheit - Europa, Fin-de-Siécle: Pensamiento y Cultura - A la Época su Arte, al Arte su Libertad

 Filosofia e Scienze Sociali · Filoofía y Ciencias Sociales - Philosophie et Sciences Sociales - Philosophy and Social Sciences