CENTRO STUDI E RICERCHE PIER PAOLO PASOLINI (ROMA-MADRID-BARCELONA)

 La morte non nel non poter comunicare ma nel non poter pi essere compresi

CHI SIAMO | ORGANI | CENTRI | PROGRAMMA | MATERIALI | NOMINA | NEWS | CONTATTO

NOMINA



Susanna Colussi
Pina Kalc
Silvana Mauri
Elsa Morante
Laura Betti
Dacia Maraini
Franco Citti
Ninetto Davoli
Maria Callas
Alberto Moravia
A & B Bertolucci
Sandro Penna
Giorgio Bassani

Carlo E Gadda
Renato Guttuso







Io sono una forza del Passato. | Solo nella tradizione il mio amore. | Vengo dai ruderi, dalle chiese, | dalle pale d'altare, dai borghi | abbandonati sugli Appennini o le Prealpi, | dove sono vissuti i fratelli. | Giro per la Tuscolana come un pazzo, | per l'Appia come un cane senza padrone. | O guardo i crepuscoli, le mattine | su Roma, sulla Ciociaria, sul mondo, | come i primi atti della Dopostoria, | cui io assisto, per privilegio d'anagrafe, | dall'orlo estremo di qualche et | sepolta. Mostruoso chi nato | dalle viscere di una donna morta. | E io, feto adulto, mi aggiro | pi moderno di ogni moderno | a cercare fratelli che non sono pi. (Poesia in forma di rosa, 1964)



Der Zeit ihre Kunst, der Kunst ihre Freiheit - Europa, Fin-de-Sicle: Pensamiento y Cultura - A la poca su Arte, al Arte su Libertad

 La mia indipendenza, che la mia forza, implica solitudine, che la mia debolezza